CARRELLO:
0 items

Dramma lirico in 4 atti di Georges Bizet

Libretto di Ludovic Halevy - Henri Meilhac

Direttore d'orchestra Henrik Nánási
Regia e scene Franco Zeffirelli
Costumi Anna Anni

Carmen, la colomba maligna, maestra di inganni crudele e spavalda, incarna il fascino della libertà: non conosce tabù, è protagonista di una storia che potrebbe essere scritta oggi in una delle tante cronache dei delitti passionali. Carmen è una donna infedele, adorabile, bugiarda e seduttrice. Un corpo che canta, infuocato e che trasuda erotismo: lei primeggia tra tutte, è incantevole ed è desiderata da tutti.

All’Arena di Verona l’opera di Bizet si snoda tra una serie di mirabili e coloratissimi quadri d’ambiente: la piazza assolata di Siviglia, la taverna di Lillas Pastia, l’accampamento dei contrabbandieri tra selvaggi dirupi, la Plaza de Toros del giorno della corrida. 

La protagonista Carmen è una donna stregonesca, posseduta dai poteri gitani e guidata dall’ossessione della morte vissuta come una liberazione. E’ la donna più amata ma che non vuole conoscere l’amore, perché sa che un sentimento incontrollabile le impedirebbe di essere se stessa. Con la sua storia ci racconta quanto sia difficile trovare il giusto equilibrio tra amore e libertà.