CARRELLO:
0 items

Tener-a-mente rende omaggio all’arte del Vate, padrone di casa, con un tributo alla poesia e con un premio al talento e al servizio che gli attori le rendono, difendendo e diffondendo una sensibilità poetica sempre più rara, e sempre più preziosa.

Il 14 luglio il pubblico potrà così assistere a un doppio appuntamento dedicato alla poesia: lo spettacolo “Lavia dice Leopardi” di e con Gabriele Lavia, icona e baluardo della grande tradizione teatrale italiana nonché padrino d’eccezione  e presidente di giuria della prima edizione del Premio “Più luce!”, che, a seguire, vedrà impegnati i 10 finalisti nella sfida decisiva a suon di versi, per aggiudicarsi la vittoria.

Le poesie di Leopardi sono talmente belle e profonde che basta pronunciarne il suono, non ci vuole altro. Da ragazzo volli impararle a memoria, per averle sempre con me. Da quel momento non ho mai smesso di dirle. Per me dire Leopardi a una platea significa vivere una straordinaria ed estenuante esperienza. Anche se per tutto il tempo dello spettacolo rimango praticamente immobile, ripercorrere quei versi e quel pensiero equivale per me a fare una maratona restando fermo sul posto – Gabriele Lavia

Lavia ‘dice Leopardi’: dice, perché non legge né interpreta, ma riversa sul pubblico, in un modo assolutamente personale nella forma e nella sostanza, le più intense liriche dei Canti e non solo, da A Silvia a L’Infinito, dal Canto notturno di un pastore errante dell’Asia e Il sabato del villaggio a La sera del dì di festa.
I versi leopardiani ripetono che l’amore, l’intimità rubata e immaginata fatta di attese e ricordo, i sogni senza sonno, le nobili aspirazioni dell’animo, le speranze che riscaldano lo spirito umano e che a volte svaniscono di fronte alla realtà, sono tutti elementi che rendono faticosa e impegnativa la vita, ma straordinariamente degna di essere vissuta. “Lavia dice Leopardi” è un viaggio nella profondità dell’animo umano, un nuovo omaggio al poeta, a quella sua nuova voglia di sondare la parola e il suono in un momento della sua esistenza che si tramutò in esaltante creatività artistica. 

A seguire, il pubblico potrà assistere e partecipare, esprimendo il proprio voto, alla sfida finale dei 10 candidati preselezionati tra i partecipanti al Premio per attori “Più luce!”. Per il vincitore, scelto da giuria qualificata e dal voto del pubblico presente in teatro, un premio di € 1.000.