CARRELLO:
0 items

Venerdì 20 marzo – ore 17.00
Palazzo Grimani – Venezia
Africation

Dudù Kouaté : voce, xalam, zucche, djembè, talking drum, lolo, kanjira, didjeridoo.
Alvise Seggi: contrabbasso, violoncello, basso elettrico, oud arabo
Dopo trent’anni di carriera musicale caratterizzata dalle più svariate collaborazioni sia livello locale che a livello internazionale, l’ultima delle quali è quella con l’Art Ensemble of Chicago, esce il primo album solista di Dudù Kouaté, percussionista e polistrumentista senegalese residente a Bergamo. Africation sancisce la piena maturità musicale e costituisce il primo passo di una nuova fase artistica di Dudù Kouatè. Africation è un viaggio introspettivo, intimo, ma anche uno sguardo attento sul mondo e sull’Africa in particolare.  Oltre ai testi dei singoli brani quello che colpisce di Africation è il fatto di essere plasmato su di una sinfonia di strumenti, una polifonia che crea atmosfere magiche e rievocative: dal liuto berbero (xalam) alla canjeera dal djembè agli strumenti a fiato tradizionali africani al didgeridoo che simbolicamente rapiscono l’ascoltatore portandolo in una dimensione inesplorata e coinvolgente. Tutti gli strumenti presenti in Africation sono suonati da Dudù. Il risultato è una sequenza di grande impatto musicale che ci ricorda come non ci sia distinzione netta fra sacro e profano, fra quotidianità e trascendenza, fra spirito e corpo.  Ad accompagnarlo ci sarà il musicista e polistrumentista veneziano Alvise Seggi, che mescolerà le sue svariate ed eclettiche sonorità alle musiche di Dudù, in questo modo Africation incomincerà il suo viaggio virtuale nelle sonorità africane rielaborate con stile ed originalità.