CARRELLO:
0 items

CAMERATA SALZBURG
DUO TAL & GROETHUYSEN, pianoforti
STEPHANIE GONLEY, violino concertatore

 
Sin dalla sua fondazione, avvenuta nel 1952 ad opera di Bernhard Paumgartner, la Camerata è ospite regolare del Festival e della Settimana Musicale Mozart di Salisburgo, mentre nella sede del prestigioso Mozarteum, la Camerata tiene la sua propria stagione concertistica.
La Camerata si esibisce regolarmente nei maggiori centri musicali europei, tra cui Vienna, Zurigo, Francoforte, Ferrara, Lucerna, Monaco, Colonia e Parigi. È ospite dei maggiori festival internazionali in qualità di rappresentante dello stile salisburghese di Mozart e intraprende almeno una tournée oltreoceano ogni anno.
Durante i suoi sessant’anni di attività, la Camerata Salzburg ha effettuato più di cento registrazioni, tra cui si ricordano l’integrale dei Concerti per pianoforte di Mozart, eseguiti da Sir András Schiff, l’integrale delle Serenate e dei Divertimenti di Mozart diretti da Sándor Végh e, più recentemente, i Concerti per violino di Mozart con Anne-Sophie Mutter.
Lo stile musicale distintivo della Camerata Salzburg si è formato nell’arco di sei decadi, attraverso le continue collaborazioni dell’ensemble con rinomati musicisti del calibro di Géza Anda, Sándor Végh, Sir Roger Norrington e Sir András Schiff.
Nel corso degli anni hanno collaborato con la Camerata Salzburg importanti musicisti, tra cui si annoverano Clara Haskil, Dietrich Fischer-Dieskau, Heinz Holliger, Aurèle Nicolet, Wolfgang Schneiderhan, Christoph Eschenbach, Philippe Herreweghe, Alfred Brendel, René Jacobs, Franz Welser-Möst, Anne-Sophie Mutter, Pinchas Zukerman, Teodor Currentzis, Hilary Hahn e Fazil Say.
L’interesse primario dell’orchestra, inizialmente incentrato su Mozart, si è allargato fino a includere opere dell’epoca romantica e moderna.
Il fondatore Bernhard Paumgartner ha sin dal principio posto una particolare enfasi nella conservazione dello spirito delle forme musicali classiche e classicistiche.
Nelle due decadi successive, sotto la guida del violinista, pedagogo e direttore Sándor Végh, l’orchestra ha ottenuto ulteriore successo a livello internazionale: il suo ideale di proiettare le forme caratteristiche del quartetto d’archi nella dimensione di una compagine orchestrale è stato pienamente raggiunto. Durante la sua reggenza, l’Orchestra si è inoltre arricchita dell’apporto di numerosi giovani musicisti.
Alla sua morte, Sir Roger Norrington ha assunto la direzione dell’orchestra ed è oggi Conductor Laureate. Dal 2006 al 2009 Leonidas Kavakos è stato Direttore Musicale e dal 2011 al 2016 Louis Langrée è stato Direttore Principale.

PROGRAMMA
L. v. Beethoven: Coriolano, ouverture in do minore, op. 62
W. A. Mozart: Concerto per due pianoforti n. 10 in mi bemolle maggiore, K 365
C. Czerny: Concerto per pianoforte a 4 mani in do maggiore op. 153
W. A. Mozart: Sinfonia n. 35 in re maggiore K 385 “Haffner”
 
ARTISTI 
Stephanie Gonley
Stephanie Gonley è il “primo violino” della English Chamber Orchestra, con cui si esibisce regolarmente sia come direttore d’orchestra sia come solista. Stephanie Gonley è stata leader del Vellinger Quartet e suona regolarmente con la Nash Ensemble e la English Chamber Orchestra Ensemble, spaziando tra i vari repertori della musica da camera.
Come Direttore/Solista, ha inoltre suonato con l’Australian Chamber Orchestra, l’Oriol Ensemble di Berlino, la Vancouver Symphony, l’Academy of St. Martin in the Fields, la Scottish Chamber Orchestra, la Manchester Camerata, l’Arensky Chamber Orchestra, la Lancashire Sinfonietta and la Cambridge University Chamber Orchestra. All’estero ha collaborato con la Chamber Orchestra of Europe, la Hannover Radio Symphony, l’Orchestre de Chambre de Genève, la Noord Nederlands Orkest, la RTE National Symphony Orchestra, la Regina Symphony (Canada), la Norrköping Symphony, la Royal Flanders Philharmonic, la Hong Kong Philharmonic, la Regensburg Phiharmonic e infine con la Norwegian Radio Symphony Orchestra.
In ambito discografico Stephanie Gonley ha inciso le Romanze di Dvorák con la English Chamber Orchestra e Sir Charles Mackerras per EMI, il Concerto per Violino di Sibelius per BMG/Conifer con il Direttore d’orchestra Adrian Leaper ed un CD di musica barocca da lei stessa diretta.
Stephanie Gonley è attualmente Docente di Violino presso la Guildhall School of Music and Drama, dove anche lei ha studiato con David Takeno, continuando il suo percorso di perfezionamento con Dorothy DeLay (Juilliard School, New York) e con Ilan Gronich (Hochschule, Berlin).
Tra i numerosi riconoscimenti ottenuti, ha vinto il prestigioso Shell-LSO National Scholarship.

Duo Tal & Groethuysen
La pianista israeliana Yaara Tal ed il suo partner tedesco Andreas Groethuysen sono uno dei duo pianistici più importanti della scena musicale attuale.
A fianco delle sue esecuzioni incomparabilmente omogenee e spontanee, il Duo mostra una grande creatività nella scelta dei brani, che comprende tesori musicali raramente eseguiti ed ingiustamente trascurati, a fianco del repertorio più classico.
La collaborazione in esclusiva per la casa discografica SONY CLASSICAL contribuisce in modo sostanziale al successo internazionale del Duo, che ha pubblicato più di 40 CD di musiche per due pianoforti, includendo numerose prime registrazioni mondiali di brani di Carl Czerny, Reinhard Febel, Theodore Gouvy, Charles Koechlin, Richard Wagner, etc., con grande successo di critica e pubblico.
Il Duo ha vinto l’ambìto “Preis der Deutschen Schallplattenkritik” in dieci diverse occasioni e il Premio “Echo Klassik” per cinque delle sue registrazioni, tra cui l’integrale delle musiche per pianoforte a quattro mani di Schubert e l’integrale dei duo per pianoforte di Mozart. A livello internazionale, il Duo ha ricevuto un “Cannes Classical Award“, un “Editor ´s Choice“ di Gramophone ed un “Supersonic Award“.
L’incisione più recente si intitola “COLORS” (Sony Classical) è stata pubblicata nel 2017 e comprende opere orchestrali di Debussy e Strauss trascritte per due pianoforti.