CARRELLO:
0 items

Elio Germano e Teho Teardo, “Viaggio al termine della notte”  | Laghetto delle Danze

Liberamente tratto dal capolavoro di Louis Ferdinand Céline

Elio Germano, voce
Teho Teardo, chitarra, live electronics
Laura Bisceglia, violoncello
Ambra Chiara, viola
Elena De Stabile, violino

Avvalendosi della straordinaria sensibilità interpretativa di Elio Germano, Teardo ripercorre musicalmente alcuni frammenti del “Viaggio” restituendo, in una partitura inedita – completamente rinnovata nelle musiche e nei testi – la disperazione grottesca di questo capolavoro di scrittura che ritrova nuove dinamiche espressive nella combinazione di archi, chitarra e live electronics.

Una fusione di sonorità cameristiche che guardano a un futuro tecnologico, nel quale le immagini evocate dal testo interpretato da Germano si inseriscono nelle atmosfere cinematiche di Teardo; un succedersi di eventi sonori e verbali dove la voce esce dalla sua dimensione tradizionale fino a divenire suono. In quel suono Teardo crea un ambiente nel quale la voce di Germano può suggerirci nuove prospettive sulle disavventure di Bardamu e gli orrori della guerra, a contatto con una miseria morale, prima ancora che umana, in un clima in cui il pessimismo inconsolabile sulla natura umana, sulle istituzioni, sulla società e sulla vita in generale, non concedono alcuna speranza.

Musicista e compositore attivo nella scena industriale italiana fin dagli ani ’80, TEHO TEARDO è noto al grande pubblico soprattutto per le molte colonne sonore, tra cui quella de Il Divo di Paolo Sorrentino, che nel 2009 gli valse il David di Donatello. La sua collaborazione musicale più recente è quella con Blixa Bargeld, fondatore degli Einstürzende Neubauten, con cui ha appena pubblicato il secondo album di canzoni, “Nerissimo“, trionfalmente accolto dalla critica nazionale e internazionale.

ELIO GERMANO è uno degli attori italiani più interessanti e premiati della sua generazione, insignito al Festival di Cannes nel 2010 del Premio per l’interpretazione maschile per La nostra vita e vincitore di 3 David di Donatello, l’ultimo dei quali nel 2014 per la sua interpretazione di Giacomo Leopardi ne Il giovane favoloso, diretto da Mario Martone.

Ingresso Bambini:
Sotto i 3 anni: i bambini che siedano in braccio ai genitori entrano gratuitamente.
Fino a 13 anni: riduzione del 50% in platea laterale; riduzione del 15% negli altri settori.
Tutte le riduzioni sono acquistabili solo al botteghino, informazioni al n. 340 1392446 o scrivendo a
 info@anfiteatrodelvittoriale.it

Disabili
I disabili non deambulanti hanno diritto al biglietto omaggio di platea, nei settori dedicati, informazioni al n. 340.1392446 o scrivendo a
 info@anfiteatrodelvittoriale.it

Tener-a-mente a 4 Zampe
ll “Festival del Vittoriale Tener-a-mente” apre le porte dell’anfiteatro anche agli amici a quattro a zampe e ai loro proprietari. Un ossequio al grande amore che il padrone di casa Gabriele d’Annunzio nutriva per i cani, che sempre lo hanno seguito nelle sue residenze. Questo l’elenco dei posti di platea per ciascuno spettacolo accessibili con gli amici a quattro zampe: Fila 0 (zero) posti 39 e 40; Fila C posti 39 e 40; Fila F posti 39 e 40; Fila I posti 27 e 28; Fila M posti 25 e 26; Fila O posti 21 e 22; Fila Q posti 15 e 16; Fila R posti 9 e 10.