CARRELLO:
0 items

Cantautore, chitarrista, attore, voce e chitarra dei The Frames, vincitore del Premio Oscar nel 2008 con ‘Falling Slowly’, miglior canzone originale tratta dal film ‘Once’, GLEN HANSARD è pronto a tornare sulle scene musicali con ‘This Wild Willing’, il quarto disco in arrivo il 12 aprile, una raccolta di brani che fondono l’originalità del suono dei The Frames, gruppo in cui ha militato per oltre vent’anni, con la sua carriera solista da cantautore e compositore. Anticipato dal singolo ‘I’ll Be You, Be Me’, il nuovo lavoro di studio, concepito a Parigi e registrato in Francia insieme al produttore David Odlum e a una ristretta cerchia di amici musicisti, esprime la nuova direzione artistica intrapresa da Hansard, tra innovazione, invenzione e sperimentazione. Glen Hansard debutta nella musica nel 1991 con il primo disco di The Frames, storico gruppo irlandese dalla fama internazionale. Negli anni in cui ha dato voce a questo progetto, le sue ambizioni al rock e folk si sono alternate a momenti di intimità e quiete, durante i quali ha coltivato la carriera solista. Il primo progetto realizzato con Marketa Irglova, The Swell Season, risale al 2006 ed è subito un successo: il disco si trasforma in un film, ‘Once’, che diventa un piccolo caso in America, fino ad ottenere ben due nomination ai Grammy per la colonna sonora. Due anni dopo il brano ‘Falling Slowly’, con la collaborazione della Irglova, si aggiudica l’Oscar come miglior canzone originale per ‘Once’. Successivamente Glen Hansard si dedica al suo progetto solista, con cui pubblica alcuni dischi che esprimono la sua evoluzione musicale, tra nuove influenze ed eventi personali che plasmano la sua abilità di scrittura. E’ in arrivo il 12 aprile ‘This Wild Willing’, il nuovo album di studio, tra innovazione, invenzione e sperimentazione, che verrà presentato sul palco dell’Anfiteatro del Vittoriale per un coinvolgente concerto sabato 26 luglio, nell’ambito del Festival Tener-a-mente. “E’ una raccolta di brani nati da alcuni momenti in cui improvvisavo, mi ritrovavo a seguire dei temi e delle linee melodiche. Se prendi un minuscolo frammento musicale, lo segui, te ne prendi cura e ci costruisci qualcosa, può diventare una meraviglia” – Glen Hansard