CARRELLO:
0 items

ORA
(Venerdì) 20:30


Charlie Chaplin
LA FEBBRE DELL’ORO (The Gold Rush)
TIMOTHY BROCK direttore
I VIRTUOSI ITALIANI
 
Omaggio a Charlie Chaplin.
Proiezione del film con l’esecuzione integrale dal vivo della colonna sonora originale
 
 
TIMOTHY BROCK direttore
Riconosciuto ormai come uno dei massimi esperti al mondo nel campo della musica per film, Brock ha diretto importanti orchestre quali Royal Philarmonic Orchestra, Los Angeles Chamber Orchestra, Chicago Symphony, BBC Symphony, Orchestra della Radio Austriaca, Orchestra di S. Cecilia, tutte le principali orchestre di Francia, la Rotterdam Philharmonic, Tonhalle di Zurigo, Orchestra della Suisse Romande, Orchestra della Toscana, del Teatro Massimo di Palermo e del Comunale di Bologna; quest’anno tornerà alla Barbican con la BBC Symphony Orchestra, a Bruxelles con la Brussel Philharmonic ed è ospite ogni anno alla Konzerthaus di Vienna.
Nel dicembre del 2011 ha debuttato alla Salle Pleyel di Parigi; nel corso della stagione 11/12 si è esibito per ben due volte con la New York Philharmonic dove è tornado nuovamente quest’anno 2016 con ben 5 concerti in USA e Cina. Ha debuttato anche a Kuala Lumpur, Lisbona, è tornato come sempre a Madrid, Parigi, Lione, Londra, Glasgow, Vienna, Roma, Firenze, Milano, Torino…
Timothy Brock, nato ad Olympia nello stato di Washington nel 1963, è attivo come direttore e compositore, specializzato nel repertorio della prima metà del XX secolo e in rappresentazioni di film muti con accompagnamento musicale. Tra le sue composizioni si segnalano tre sinfonie, due opere e diversi concerti per strumento solista e orchestra, nonchè oltre 20 colonne sonore originali per film muti e durante la sua carriera ha presentato oltre 30 prime esecuzioni per il Nord America, di autori quali Shostakovich, Eisler, Schulhoff ed altri.
Timothy Brock ha scritto musiche per film di Buster Keaton (The General, One Week e Steamboat Bill Jr), Ernst Lubitsch (Il ventaglio di Lady Windermere), Robert Wiene (Il Gabinetto del Dr Caligari), F.W. Murnau (Faust, Aurora), “Fu Mattia Pascal”, un capolavoro della cinematografia europea degli anni Venti, e per “Three Bad Man l’ultimo western muto di John Ford e molti altri ancora; inoltre ha restaurato celebri colonne sonore quali “Nuova Babilonia” di Shostakovich e “Cabiria” di Pizzetti/Mazza.
Recentemente ha ricevuto commissioni per nuove partiture dalla Los Angeles Chamber Orchestra, dalla Konzerthaus di Vienna (Frau Im mond – 2017), dall’Orchestra di Lione, dalla 20th Century Fox, dal Teatro la Zarzuela di Madrid.
Nel 1999 la Fondazione Chaplin ha chiesto a Brock di restaurare la partitura originale per “Tempi Moderni”: da quel momento è iniziata una proficua collaborazione tra la famiglia Chaplin e la Cineteca Nazionale di Bologna che ha portato al restauro delle musiche originali di tutti i grandi capolavori di Charlie Chaplin, che Brock ha eseguito praticamente in tutto il mondo.
www.timothybrock.com
 
I VIRTUOSI ITALIANI
Attualmente è considerato il complesso italiano che più si sta distinguendo per l’eccellente livello artistico prodotto in più di 25 anni di attività, per le idee musicali innovative e per le strategie manageriali dimostrate. Palcoscenici prestigiosi in acclamatissime tournée in tutto il mondo, hanno confermato I Virtuosi Italiani come l’ensemble strumentale italiano più credibile a livello internazionale per le proprie interpretazioni del repertorio italiano e straniero consacrandolo quale ambasciatore della Cultura e della Musica italiana nel Mondo.
La disciplina e la serietà unite alla versatilità con cui affrontano ogni tipo di repertorio sono testimoniate dalle numerose e importanti collaborazioni con i più quotati solisti e direttori.
Un’attività all’insegna dell’innovazione, che li ha portati a guardare anche a linguaggi più vicini al nostro tempo, per avvicinare un pubblico quanto più eterogeneo. Pur prediligendo un’impostazione musicale affidata alla figura del konzertmeister Alberto Martini, I Virtuosi Italiani affidano la realizzazione di progetti speciali al direttore principale ospite, Corrado Rovaris.
«I Virtuosi Italiani sono un ensemble di assoluto valore. Affrontano il barocco, il classico e il contemporaneo non solo con disinvoltura, ma con una grinta, uno smalto e una “adrenalina”che produce vita e tensione senza portare oltre i limiti di una saggia pertinenza stilistica».
Enrico Girardi, Corriere della Sera
www.ivirtuosiitaliani.eu