CARRELLO:
0 items

MOMENTI DI TRASCURABILE (IN)FELICITA’

di e con Francesco Piccolo e la partecipazione speciale di Pif

“Quando mi dicono: ti potevi vestire meglio. E io mi ero già vestito meglio"

Momenti di trascurabile (In)felicità sarà al Teatro Nuovo di Verona il 28 marzo 2019.
Francesco Piccolo sarà accompagnato da un ospite speciale per compiere un tratto di strada insieme tra mo-menti di trascurabile felicità e infelicità: Pierfrancesco Diliberto in arte Pif già protagonista dell’omonimo film diretto da Daniele Luchetti e scritto a quattro mani da Luchetti e Piccolo. 

Momenti di trascurabile (in)felicità rappresenta un’occasione per far “parlare” due libri di grande successo Momenti di trascurabile felicità (2010) e Momenti di trascurabile infelicità (2015) attraverso la viva voce del loro autore Francesco Piccolo scrittore, sceneggiatore e autore televisivo tra i più poliedrici del panorama ita-liano.

Lo spettacolo è un monologo con il quale si dà importanza e valore a quei momenti felici ed infelici dell’esistenza quotidiana sui quali non abbiamo il tempo o la pazienza di soffermarci.
Francesco Piccolo lo ha fatto dando vita ad un “catalogo” di eventi trascurabili ma piantati nella vita di ognu-no, che fanno sempre dire a chi sta in platea: “è vero, è successo anche a me”.
Momenti di trascurabile (IN)felicità è uno spettacolo prodotto da ITC2000.
 
Note biografiche Francesco Piccolo
Francesco Piccolo è scrittore e sceneggiatore.
I suoi ultimi libri sono: La separazione del maschio, Momenti di trascurabile felicità, Il desiderio di essere come tutti (Premio Strega 2014), Momenti di trascurabile infelicità, L’animale che mi porto dentro.
Ha firmato, tra le altre, sceneggiature per Nanni Moretti (Il Caimano, Habemus Papam, Mia madre), Paolo Virzì (My name is Tanino, La prima cosa bella, Il capitale umano, Ella & John - The Leisure Seeker, Notti magiche), Francesca Archibugi (Il nome del figlio, Gli Sdraiati), Silvio Soldini (Agata e la tempesta, Giorni e nuvole).
Ha sceneggiato la serie tv L’amica geniale, tratta dall’omonimo best seller dell’autrice Elena Ferrante.
È stato anche autore di programmi televisivi quali Vieni via con me, Quello che (non) ho, Viva il 25 aprile, Falcone e Borsellino.