CARRELLO:
0 items

“Sono bella, o mortali, come un sogno di pietra”
L’eterno, l’immutabile.
La modernità come altra metà dell’arte: il transitorio, il fuggitivo, il contingente.
Lusso, provocazione e voluttà.
La tentazione di essere alla moda, il gusto di essere sconvolti.
“D’altro canto, l’arte è strumento di piacere, come il rock, la droga, il sesso, non solo la vera attività metafisica della vita”.

Contrappunti
Gloria Campaner – pianoforte