CARRELLO:
0 items

STILLE NACHT, UN CANTO DI PACE
PRIMA NAZIONALE

Testi di Elisabetta Garilli
Musiche della tradizione dell’Alta Austria, interpretate da Windkraft Ensemble e Associazione musicale Gruppo Vocale Novecento sezione voci bianche, diretto da R. Bressan
Scenografie con allestimento in diretta di S. Abagnato
Danza/mimo di G. Carli e Enrica Compri.

Interpreti
Windkraft Ensemble, insieme musicale
Serena Abagnato, allestimenti scenografici in tempo reale
Nova Schola Cantorum di S. Giorgio in Braida, diretto da Rosalina Bressan, Coro di Voci Bianche per un brano eseguito dalla galleria:
Giulia Carli e Enrica Compri, danza/mimo
Elisabetta Garilli, voce recitante

Franz Xaver Gruber era un bravo maestro di scuola e amava la musica. Il 24 Dicembre del 1818 appoggiò le note su un pentagramma per mettere in musica le parole o meglio la poesia che l’amico Joseph Mohr aveva scritto. Quale melodia nacque in quella notte, e per quali parole? Quando i due amici si portarono all’organo per intonarle, ecco che lo strumento sbuffò! Sì, nessuna nota, solo strani rumori! In quello stesso momento, una famiglia di topi si preparava al Natale all’interno della sua originale dimora, proprio quell’organo a canne. Le varie vicissitudini dei protagonisti condurranno dolcemente alla scoperta del mistero che accompagna la nascita di uno dei più popolari e antichi canti natalizi.