CARRELLO:
0 items

Ute Lemper a Padova con “Last tango in Berlin”.
Il 15 luglio al Castello Carrarese un affascinante viaggio nei mondi del tango.

Padova, 4 aprile 2018  – Trentacinque anni di carriera e cinquanta anni di vita, passati fra Berlino, Parigi, Londra, Buenos Aires e New York. Ute Lemper, la geniale cantante e attrice tedesca, arriva al Castello Carrarese di Padova, il 15 luglio (ore 21.30), con “Last tango in Berlin”, viaggio dalla Berlino di Brecht ai bar di Buenos Aires di Piazzolla. L’evento, firmato da Veneto Jazz, è realizzato nell’ambito di Castello Estate, la manifestazione di musica, teatro e danza organizzata dal Comune di Padova al Castello Carrarese.

Accompagnata da pianoforte, bandoneon e basso, Ute Lemper presenta una straordinaria serata di tanghi da tutto il mondo in spagnolo, portoghese, francese, tedesco e inglese. Un omaggio al tango, ai suoi racconti d’amore, di vita, di morte, di fatalità e passione, fra i vicoli segreti di Berlino, New York, Parigi e Buenos Aires.

Il concerto è una sorta di “The Best of Ute Lemper”, che tocca i vari capitoli musicali del suo repertorio, lasciando comunque spazio aperto all’improvvisazione e ad alti momenti di virtuosismo. È inoltre un’occasione per celebrare le fonti d’ispirazione dell’artista e giocare con le influenze del jazz e della musica etnica.

Il viaggio inizia a Berlino, là dove ha origine il suo repertorio, con Brecht, Weill e le canzoni del cabaret berlinese. Si ripercorrono gli anni della Repubblica di Weimar alla ricerca dell’anima e dello spirito rivoluzionario di quel periodo, prima che l’epoca d’oro degli anni Venti si trasformasse in un terribile incubo distruttivo; fino all’universo poetico della chanson francese con Brel, Piaf, Ferre e poi ancora oltre, in Argentina, con il Tango Nuevo di Astor Piazzolla.

Ute Lemper cammina tra i vicoli di Parigi, Berlino, Buenos Aires e anche New York, dove vive da 20 anni, e va alla scoperta degli spiriti del jazz, che raccontano storie d’amore, di sopravvivenza, di ribellione, di lotta all’oppressione, i tanti volti della società e i sogni dei sognatori del passato e del futuro. L’artista presenta anche alcune delle sue composizioni, tra cui il nuovo ciclo di canzoni dedicate ai poemi d’amore di Pablo Neruda e ai testi di Charles Bukowski, come ad unire il passato con il presente e narrare il suo personale viaggio attraverso il tempo e le culture.

In scena: Ute Lemper (voce), Vana Gierig (pianoforte), Victor Hugo Villena (bandoneon), Romain Lecuyer (basso).

In caso di maltempo lo spettacolo si terrà all’Auditorium Pollini di Padova.


La carriera di Ute Lemper è stata fino ad ora straordinariamente varia grazie alla sua notevole versatilità che l'ha portata a coprire ruoli di attrice di teatro e di cinema, di cantante e di ballerina riscuotendo un notevole successo. È stata universalmente applaudita per le interpretazioni delle Canzoni del Cabaret di Berlino, delle opere di Kurt Weill, della canzone francese e per le sue performances a Broadway e nel West End di Londra.
Nata a Munster, in Germania, ha completato i suoi studi all'Accademia di Danza di Colonia ed alla Scuola di Arte Drammatica Max Reinhardt di Vienna.  Il suo debutto musicale è avvenuto sulla scena dell'originale produzione viennese di Cats, dove impersonava i ruoli di Grizabella e di Bombalurina. In seguito è stata Peter Pan in Peter Pan (Berlino) e Sally Bowles nel Jerome Savary's Cabaret (Parigi), ruolo per il quale ha ricevuto il premio Molière per migliore attrice di Musical. Ha recitato nel ruolo di Lola nell'Angelo Azzurro (a Berlino) e Maurice Béjàrt ha creato per lei il balletto "La mort subite". Ute Lemper è anche apparsa in Weill Revue, con il Tanztheater di Pina Bausch.

I concerti da solista di Ute Lemper, che includono il Recital di Kurt Weill, Illusions, City of Strangers e Berlin Cabaret Evening, sono stati presentati in tutto il mondo in teatri prestigiosi come La Scala e Il Piccolo Teatro di Milano, il Théatre de La Ville, il Théatre National de Chaillot, Les Bouffes du Nord di Parigi, il Palau de la Musica di Barcellona, la Sydney Opera House, il Berliner Ensamble, il Barbican Centre, la Royal Festival Hall, la Queen Elizabeth Hall, l'Almeida Theatre di Londra, l'Alice Tully Hall, il Lincoln Center di New York,, l'Herbst Theatre di San Francisco e la Westwood Playhouse di Los Angeles.
Il repertorio dei concerti sinfonici di Ute Lemper comprende The Seven Deadly Sins, Songs from Kurt Weill, Songbook di Michael Nyman e canzoni dal repertorio di Edith Piaf e Marlene Dietrich con la London Symphony Orchestra, l'Hollywood Bowl Orchestra, l'Orchestra Sinfonica di Berlino (tutte con John Maceri), l'Orchestra Sinfonica della radio di Parigi, la San Francisco Symphony Orchestra, l'Illusion Orchestra (con Bruno Fontaine) e la Michael Nyman Band (con Michael Nyman).
È anche apparsa in Folksongs con la Luciano Berio Orchestra e con la Matrix Ensamble (con Robert Ziegler), esibendosi in Berlin Cabaret Songs.
Per la Decca ha inciso Ute Lemper sings Kurt Weill (Volume I e II), L'Opera da Tre Soldi, I Sette Peccati Capitali, Mahogonny Sonspiel, Prospero's books (di Michael Nyman), Songbook (di Michael Nyman e Paul Célan), Illusions (Piaf/Dietrich), City of Strangers (Prevert/Sondheim), e Berlin Cabaret Songs (Versione tedesca ed inglese).
Ha ricevuto il premio Bilboard Magazine's Crossover Artist of the Year per l'anno 1993/94.
Ha inciso anche Crimes of the Heart e Ute Lemper Live per la CBS Records ed Espace Indecent, Nuits Etranges e She Has a Heart per la Polydor.
Per il cinema interpreta ruoli in diversi film quali L'Autrichienne di Pierre Granier-Deferre, Prospero's books di Peter Greenaway, Moscow Parade di Ivan Dikhovichni, Pret à Porter di Robert Altman, Bogus di Norman Jewison e le più recenti interpretazioni in Combat de Fauves di Benoit Lamy, A River made to Drown In di James Merendino, Appetite di George Milton.
È apparsa in televisione con Rage/Outrage, The Dreyfuss Affair, Tales from the Crypt, Ute Lemper canta Kurt Weill, Illusions, Songbook, The Wall di Roger Walters e The Look of love di Gillian Lynne.
Attualmente vive a New York con i suoi quattro bambini.
www.utelemper.com